SCOMMETTIAMO SUL FUTURO!

Grazie al Premio Gelato Giovani prosegue con determinazione il lavoro

dell’Associazione Pièce, che ci vede in prima linea per promuovere
la formazione giovanile e il dialogo fra le scuole professionali
e il mondo del lavoro

 

Due giorni intensi ed entusiasmanti quelli della prima edizione del Premio Gelato Giovani, ilconcorso nazionale di gelateriaorganizzato aTorinodall’Associazione Pièce, con la direzione tecnica del gelatiere Alberto Marchetti e riservato agli studenti degli ultimi anni di scuole alberghiere e istituti professionali.

Dieci i partecipanti, provenienti da ogni parte d’Italia, e una giuria di alto livello capitanata da Pierpaolo Magni e composta da Ida Di Biaggio, Martino Liuzzi, Igor Macchia, Filippo Novelli, con la consulenza di Alessandro Racca e il supporto tecnico di Giovanni Borello.

La gara si è svolta il 7 marzo presso l’Istituto torinese “Colombatto”. Ai partecipanti era richiesta la preparazione in diretta di un gelato alla crema e la realizzazione di un dessert gelato al piatto, in cui il gelato doveva essere abbinato al cioccolato e presentare anche una componente calda e una croccante. Un compito decisamente impegnativo, che i ragazzi hanno portato a termine con ottimi risultati.

Per ferma volontà degli organizzatori, la gara ha voluto essere un momento di alta formazioneoltre e prima ancora che di competizione: il lavoro, magistralmente coordinato da Marchetti, si è svolto in modo rigoroso, con una perfetta scansione dei tempi per assicurare condizioni di gara ottimali a tutti. Ma anche sereno e costruttivo, grazie alle straordinarie doti professionali e umane dei componenti della giuria, che hanno saputo consigliare, incoraggiare, correggere, e al caso anche alleggerire con un po’ di humour, la comprensibile tensione dei partecipanti, molti dei quali alla prima esperienza di competizione nazionale.

Dopo la gara, mentre la giuria si riuniva per valutare le prove, ai partecipanti e agli allievi migliori della scuola è stato offerto un ulteriore e prezioso momento formativo: il gelatiere Alfio Tarateta, nome storico della gelateria italiana e uno dei due presidenti onorari del Premio (l’altro è Luca Caviezel, decano dei gelatieri italiani), li ha guidati nella preparazione del gelato servito al termine del momento conviviale che ha concluso la giornata. Una lezione davvero apprezzata, visto che molti ragazzi si sono fatti autografare la giacca dal maestro Tarateta!

Altrettanto intensa e festosa la giornata dell’8 marzo, iniziata con un messaggio video dei componenti della squadra italiana fresca di vittoria alla Coppa del Mondo del Gelato (che potete vedere sul canale YouTube di “Pasticceria Internazionale”), a cui è seguito l’annuncio e premiazione dei vincitori e l’attribuzione dei premi speciali offerti dagli sponsor.

Questi i vincitori del Premio Gelato Giovani

Vincitore:Lorenzo Pennacchionida Senigallia;

II classificata:Jessica Linda Palermo, che ha anche vinto il premio speciale offerto da Ifse;

III classificato:Enrico Oppedisanoda Carignano.

Premi speciali

Jessica Franco (Torino, IIS “Giolitti”): Premio Giuso per la miglior decorazione;

Angelo Sulejmani (Rovereto): Premio Icam per il miglior uso del cioccolato e premio offerto da Martino Liuzzi per conoscenza delle materie prime;

Kevin Rexho (Busto Arsizio): Premio Bussy per la miglior valorizzazione della parte croccante;

Valeria Sertonio (Finale Ligure): premio offerto da Alberto Marchetti per la miglior proponibilità commerciale.

I premi, messi in palio dai partner, sono attribuiti sia ai partecipanti sia alle rispettive scuole, e consistono in libri e opportunità formative (stage e corsi) per i ragazzi, e in attrezzature e forniture di materie prime per gli istituti.

Al primo classificato è stata inoltre conferita la giacca Bragard personalizzata, a simboleggiare il suo ingresso nel mondo professionale. E, in aggiunta, un corso presso la Carpigiani Gelato University, due corsi Conpait e la quadrilogia dei manuali di Luca Caviezel. Corsi e libri anche per gli altri vincitori.

La scuola del vincitore, l’IIS Panzini di Senigallia si è aggiudicato un mantecatoreCarpigiani in comodato d’uso, oltre a buoni acquisto forniti da Silikomart, Giuso edEurovo, e una giornata di corso professionale sul caffè presso Costadoro – forniture e corso sono stati attribuiti anche al secondo e terzo istituto (l’Ipsseoa R. Piazza di Palermo e l’IIS Bobbio di Carignano).

La premiazione è stata seguita da un buffet preparato con prodotti forniti da Coldiretti Torino e Novacoop, e allestito dagli allievi degli Istituti Alberghieri “Colombatto” e “Giolitti” di Torino.

Non poteva che essere all’insegna della formazione anche la conclusione del Premio, con un’attesissima Masterclass con degustazione rivolta agli allievi degli istituti alberghieri e articolata in tre parti. Nella prima, il campione del mondo Filippo Novelliha parlato di gelato gastronomico proponendo un gelato al salmone affumicato eBruss su insalata di arancia, finocchio, soncino e fiori eduli: a seguire, il pastry chef Alessandro Racca, direttore tecnico della Gelato Pastry University Carpigiani di Tokyo, ha spiegato quanta scienza e quanta tecnica servano per saper fare un semifreddo; per concludere, Alberto Marchetti e Chiara Patracchini (pastry chef de “La Credenza” di San Maurizio Canavese, una stella Michelin) hanno dato dimostrazione di sinergie costruttive fra gelato e pasticceria in ristorazione.

Il Premio Gelato Giovani, che ha ottenuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dello Sviluppo Economico, di Regione Piemonte e Comune di Torino, e di importanti realtà professionali come Ampi, Conpait e Coppa del Mondo della Gelateria, non riceve alcun contributo pubblico.

Se è stato possibile realizzare questo progetto, che lavora concretamente per far emergere potenzialità, formare e dare opportunità a ragazzi che saranno i futuri protagonisti e ambasciatori dell’arte dolciaria italiana, lo si deve unicamente al sostegno dei partner che hanno compreso come solo investire nelle giovani generazioni possa assicurare il futuro del settore.

Il nostro più profondo ringraziamento va quindi alle aziende e organizzazioni che hanno dato e confermato il loro supporto: Friesland Campina-Debic, Icam Cioccolato, Bussy, Giuso Guido SpA, Carpigiani, Novacoop, Ifse, Coldiretti Torino, Eurovo, Irinox, Silikomart, Uniglad, Costadoro, Distilleria Magnoberta, Perino Vesco, Bragard, Smat Torino. 

Il Premio Gelato Giovani avrà cadenza biennale e si terrà negli anni pari, alternandosi con il Premio Cioccolato Giovani, la cui prima edizione si è svolta a Torino nel 2015.

E dall’autunno 2017 prenderà avvio un nuovo e importante progetto, il Premio Pasticceria Giovani, che avrà cadenza annuale.

Pièce: per ispirare i giovani a pensare – e agire – in grande!

Ideata Piemonte Mese e da “Pasticceria Internazionale”, l’Associazione Pièce si propone quale seria piattaforma per individuare giovani talenti nel settore dolciario, attraverso concorsi su misura ed altre iniziative di serio profilo professionale.

Esperienza, competenza e cuore sono gli ingredienti base per portare avanti questo non semplice impegno di affiancare, motivare e lanciare i giovani, favorendo il loro ingresso nel mondo del lavoro e dando ali alle loro potenzialità, alle loro attitudini e ai loro sogni. Un lavoro che va oltre i Premi e che vede il coinvolgimento attivo di docenti, dirigenti scolastici e tanti professionisti provenienti da tutta Italia e accumunati dalla medesima generosità e motivazione a fare da guida al futuro.

Il nostro obiettivo è fungere da ponte, da anello di congiunzione fra le scuole e le aziende, valorizzando per quanto possibile ciò che amiamo ritrovare nei giovani talenti: l‘ambizione di migliorare, l’umiltà di ascoltare, la volontà di studiare, il coraggio di mettersi in gioco, la curiosità che spinge a fare domande, la capacità di sfruttare intelligentemente le opportunità che offre questo mondosocial.

Sull'Autore

I commenti sono chiusi.