Stretched and Still Lies in the Midnight
5 – 30 settembre 2016
Torino, rotatoria di Piazza Bottesini
Progetto Opera Viva Barriera di Milano

BarrieraIl 5 settembre l’opera di Saul Melman, quarto artista scelto da Christian Caliandro per Opera Viva Barriera di Milano, comparirà sul manifesto pubblicitario di tre metri per sei nella rotatoria di piazza Bottesini a Torino. Grazie a Saul, che vive e lavora a New York, l’enorme spazio pubblicitario diventa una finestra che affaccia su un altro mondo, che sfonda prospettive, che unisce orizzonti e frontiere.
L’opera di Melman è in origine un collage fotografico di vestiti e indumenti appesi a un filo della stendibiancheria, come simboli e metafore delle diverse identità e provenienze; l’artista sceglie di riflettere sulle differenze e le commistioni culturali partendo dagli elementi più intimi, frammenti quotidiani di esistenza.
Il filo teso di uno stendibiancheria arriva dall’altra parte dell’Atlantico e si ambienta subito in Barriera di Milano: è una vista quasi scontata e quotidiana in un quartiere che più di ogni altro a Torino è testimone di un’intricata storia di immigrazioni e industria e con una popolazione particolarmente eterogenea e portatrice di grandi differenze culturali.
L’arte e il movimento escono dunque dall’opera e irrompono nella vita di tutti i giorni; grazie alla mutabilità e alla transitorietà di cui sono dotate le opere degli artisti di Opera Viva.
A Melman seguiranno Gian Maria Tosatti (1-29 ottobre) e Alessandro Bulgini (30 ottobre-13 novembre).

Sull'Autore

I commenti sono chiusi.