FLAT OUT
Mostra collettiva di Michele Liuzzi, Diego Pomarico, Andrea Sbra Perego, Fabio Zanino
5 maggio – 4 giugno 2017
Torino, Hotel TownHouse 70

Organizzata in collaborazione con l’Atelier Federica Morandi Art Projects di Magenta, la collettiva indaga il senso del luogo nel rapporto che l’uomo – inteso sia come individuo che nella sua collettività sociale – stabilisce con l’ambiente; in alcuni casi egli primeggia come artefice dei cambiamenti finalizzati al proprio utilitarismo, in altri invece diviene vittima passiva degli influssi e dei condizionamenti delle circostanze che lo sovrastano.
Gli artisti presenteranno, oltre alle loro ricerche individuali, un’opera inedita ad otto mani che dà il titolo alla collettiva e che sarà una summa delle loro quattro differenti tecniche artistiche. La serata inaugurale si completerà con la performance sonora Urban Subordinate di Witnesses of Noise, duo di sperimentazione musicale composto da Antonio Caputo e Fabrizio Audo Gianotti.
Michele Liuzzi, Diego Pomarico, Andrea Sbra Perego, Fabio Zanino, vivono e lavorano tutti a Torino; sono quindi accomunati, oltre che dal tema curatoriale di questa mostra, dallo stesso humus. Condividono esperienze e intenti, talvolta anche lo spazio dello studio, confrontano le loro ricerche in un dialogo stimolante, sebbene stilisticamente tendano poi a soluzioni molto personali ed autonome. Con il collettivo Arterie promuovono periodicamente il loro lavoro organizzando eventi indipendenti.
Il fil rouge della collettiva ha consentito ai quattro artisti di sviscerare un tema col quale ognuno di loro prima o dopo si è imbattuto, magari con modalità e risultati differenti. Flat Out è una ricerca sulle metropoli ed i mondi immaginari o surreali abitati dall’uomo, mette in evidenza un rapporto che alle volte si fa cronaca, per divenire poi storia, altre si sofferma nell’indagine introspettiva. Il percorso dell’uomo, in quel viaggio fatto di stazioni e “non luoghi” di passaggio – dove le folle s’incrociano mantenendo sempre il distacco della solitudine – è anche l’analisi interiore dell’essere umano tutte le volte in cui il particolare si arricchisce del significato universale. Molteplici sfaccettature rappresentano differenti interpretazioni della società e del mondo.
L’Atelier FMap nasce nell’ottobre 2014 a Magenta come luogo di promozione e divulgazione dell’arte contemporanea, non limitato entro gli spazi della galleria. Federica Morandi produce e cura progetti artistici site specific, creando pretesti e collaborazioni esterne al fine di raggiungere il pubblico anche in luoghi non espressamente dedicati all’arte.
Entrambe le realtà superano i confini consueti dell’offerta propria ai loro ambiti. Questa visione condivisa ha convinto i due attori ad unirsi in una joint venture dalla progettualità potenzialmente periodica.
Il primo appuntamento – Flat Out – sviluppa un tema che coinvolge i promotori da due prospettive diverse: il viaggio e il luogo interessa sia l’operatore turistico sia quello culturale. Il primo può offrire al proprio pubblico un argomento a esso vicino, il secondo può indagare un aspetto curatoriale classico della ricerca artistica di tutti i tempi.
La mostra proseguirà nel prossimo autunno a Magenta negli spazi dell’atelier FMap.
Hotel TownHouse 70 – Via XX Settembre 70 – Torino
Orario: tutti i giorni ore 13-20

Sull'Autore

I commenti sono chiusi.