PORTRAITS
Mostra collettiva dedicata ai ritratti
dal 23 Settembre 2017
Una Collettiva dedicata ai ritratti apre la stagione autunnale della Paola Meliga Gallery. Artisti piemontesi dell’area novarese e del Verbano-Cusio-Ossola si cimentano e si confrontano sul tema ritrattistico.
In esposizione “il ritratto” sarà rappresentato con dipinti, fotografie e sculture.
Delineare ritratti estemporanei e superficiali ci torna estremamente utile per inquadrare ognuna delle persone che incontriamo nella vita frenetica di tutti i giorni in uno schema che ci aiuti a capire quali di esse siano più simili a noi o più interessanti da frequentare.
Solitamente i piccoli dettagli ritrattistici che troviamo riportati, sempre più frequentemente sulle pagine dei social networks, insieme ad altre brevi informazioni anagrafiche, nella vita reale, nella concretizzazione dei rapporti e dei legami, tutte queste informazioni passano in secondo piano, finendo sullo sfondo di quella che è la nostra vera personalità.
Con questa serie di ritratti dedicati a differenti protagonisti, ci si propone l’intento di riscoprire il piacere di una conoscenza prolungata, di una conversazione intima tra esseri amici o sconosciuti (nati anche dalla mera fantasia dell’artista) raffigurata nella posa fugace di un momento di confidenza e nella riproduzione di alcune espressioni facciali corrispondenti a diversi momenti di condivisione e alle relative emozioni suscitate.
Il ritratto e’ un’immagine che in qualche maniera ci custodisce.
Può essere un’impronta, una riflessione che l’autore rivolge a se stesso, un interrogativo strettamente personale, può presentarsi anche come una maschera che cela verità nascoste.
Il Ritratto non è la radiografia di un volto, indipendentemente dai mezzi con cui viene realizzato (Pittura-Scultura-Fotografia).
La natura del soggetto e’ sottoposta all’intervento della motivazione della scelta che e’ propria dell’artista, quindi alla sua fantasia, all’estro alla creatività ed al talento, che comunque ci invita a riflettere. In sostanza è un monito al nostro sguardo: lo esaspera, lo scava.
Tra la realtà, la raffigurazione e la percezione, tra il soggetto che viene ritratto e l’autore, talvolta si instaura una relazione complessa e a volte divertente, incredibilmente ambigua.
Gli artisti partecipanti sono Giovanni Crippa, Rosa Elena Orsina, Mariangela Mazzeo, Fabrizio Molinario, Danya Ronco, Mario Brugo.

Sull'Autore

I commenti sono chiusi.