MIRÓ
Litografie originali
4 ottobre – 24 dicembre 2017
Torino, Galleria Elena Salamon

Le atmosfere oniriche di Joan Miró (Barcellona, 1893 – Palma di Maiorca, 1983) sono pronte ad avvolgere l’autunno torinese: Elena Salamon ha selezionato circa quaranta litografie originali del Maestro per la sua galleria a pochi passi da Palazzo Chiablese, che ospiterà la mostra istituzionale in cui confluiranno circa 130 opere, per lo più dipinti a olio di grandi dimensioni realizzati dall’artista durante il suo lungo soggiorno alle Baleari, dal 1956 al 1983.
Le opere di Miró possiedono la rara caratteristica di strappare un sorriso all’osservatore. Sorriso motivato dall’utilizzo di colori vivaci e allegri, dalle strane figure irreali e, in particolare, dai segni che assomi­gliano agli scarabocchi dei bambini. La piacevolezza dell’opera, e la serenità che questa emana, porta il grande pubblico ad accettarne l’immagine anche se non ne comprende appieno il significato.
Miró fu tra i primi ad aderire al movimento surrealista che af­fermava l’importanza della “dimensione del sogno”, asserto basato sulle teorie psicoanalitiche di Sigmund Freud. Ciò aprì agli artisti un nuovo mondo di rappresentazioni, di significati fino a quel momento ignoti e rinnovate dimensioni per l’arte figurativa.
Le immagini rappresentate sono la raffigurazione dei sogni, ciò che Miró vedeva. Il significato irrazionale di queste rappresentazioni rende facilmente percepi­bile l’anima dell’artista; le sue opere sono allegre, gio­iose, esprimono la semplicità e l’innocenza dell’infanzia: sono armonie di forme, astri in cielo, o semplici ideogrammi che trasmettono un mondo interiore di dolcezza e serenità. Per averne la conferma basta osservare l’espressione dei suoi occhi in una delle tante foto­grafie: sono dolci e sereni proprio come quelli di un bimbo.
Joan Miró amava molto incidere e scolpire tanto che per molti anni abbandonò la tecnica pittorica per dedicarsi con maggiore attenzione a queste pratiche. Si contano più di duemila lastre realizzate dall’artista in tutto l’arco della propria vita: una pro­duzione cospicua, complessa e assai rara, paragonabile solo a quelle Picasso e Chagall. Molte opere fu­rono incise con il preciso scopo di produrre litografie e acque­forti destinate a essere pubblicate come edizioni correnti.
Miró, litografie originali avrà un’apertura straordinaria per la Notte dell’Arte Contemporanea di Torino di sabato 4 novembre.
Elena Salamon Arte Moderna – Via Torquato Tasso 11, Torino
Orario: Martedì, mercoledì e venerdì ore 15-19, giovedì e sabato ore 10:30-19
Info: www.elenasalamon.com

Sull'Autore

I commenti sono chiusi.