FABBRICHE APERTE
Due giorni per scoprire le industrie del Piemonte
27-28 ottobre 2017

Dove nascono l’eleganza di Loro Piana e le raffinate rubinetterie Newform. Come si fabbricano i pneumatici Michelin e i freni di ITT. Come nascono lo sportswear di Pella, di Ferrino o di Sparco. Qual è il ciclo di produzione delle verdure fresche già pronte di Zerbinati e dei vini di Cantine Volpi. Che polimeri ha studiato la Solvay per l’aereo solare…
Sono alcune delle curiosità che, il 27 e 28 ottobre 2017, soddisferà Fabbriche Aperte, una due giorni voluta dalla Regione Piemonte per far conoscere da vicino le realtà imprenditoriali che operano sul suo territorio e co-finanziata dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale94 aziende hanno aderito all’invito, per un totale di 102 stabilimenti aperti. Tra le aziende che apriranno i loro stabilimenti al pubblico, circa l’ottanta per cento ha partecipato alle iniziative messe in campo dalla Regione Piemonte per la competitività,  l’innovazione e  la sostenibilità  finanziate dalle ultime programmazioni del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, e l’occasione delle visite potrà servire anche ad acquisire conoscenza diretta di come i fondi comunitari costituiscono una leva decisiva per lo sviluppo economico del territorio.
La due giorni di fine ottobre sarà anche collegata all’evento annuale del Por Fesr 2014-2020,  iniziativa di comunicazione finalizzata a dare evidenza delle buone pratiche sull’utilizzo dei fondi europei di sviluppo regionale.
È la prima volta che così tante imprese aprono contemporaneamente le porte delle proprie fabbriche, per un unico evento su scala regionale. Fabbriche Aperte permette di avere una lettura curiosa e affascinante della realtà economica piemontese: dall’automotive all’agroalimentare, dall’aerospazio al tessile, dalla chimica all’ICT, con marchi prestigiosi del made in Italy come Aurora e le sue penne, FCA Group e i suoi stabilimenti torinesi, Lagostina e le sue pentole in acciaio inossidabile, Quercetti e i suoi giochi, Fratelli Piacenza (quest’ultimo è il più antico d’Italia), LauretanaLa StampaMartini & Rossi, SublitexMiroglio Textile.
E poi i Parchi Scientifici, testimoni di innovazione e avanguardia, dal torinese Environment Park al Parco Scientifico e Tecnologico in Valle Scrivia o a quello di Novara, firmato Renzo Piano fino al Bioindustry park di Silvano Fumero in cui si trovano aziende leader nei settori biotecnologico e biomedicale come Merck Serono e Bracco. Fino ai progetti per la conquista di Marte, con Thales Alenia Space, che contribuisce a realizzare sia le capsule in cui vivono gli astronauti che numerosi strumenti utilizzati nella Stazione Spaziale Internazionale, o la Divisione Velivoli di Leonardo.
Info ed elenco completo: www.piemontefabbricheaperte.it
Le visite sono solo su prenotazione

Sull'Autore

I commenti sono chiusi.