MARIO FALLINI
(C)Arte della memoria
11 maggio 14 luglio
Conzano, Villa Vidua

Alla Villa Vidua di Conzano (Alessandria) inaugura l’11 maggio una mostra dedicata alla singolare opera di Mario Fallini. Coltissimo e spiritoso, Fallini esplora da sempre gli inesauribili rapporti che legano parola, immagine e memoria, operando un’originale sintesi tra linguaggi postmoderni e figure appartenenti a quelle “scienze senza nome” quali l’iconologia, l’alchimia, i repertori di emblemi rinascimentali e barocchi. Padroneggiando le tecniche più disparate (pirografie, calligrammi, disegni a spolvero, installazioni, media digitali ecc.), Fallini, con le sue opere piene di humour, di profondità filosofica e di qualità tecnico-estetiche, più che un artista concettuale sembra essere un lontano erede dei concettisti del Seicento.
Organizzata in collaborazione con la Regione Piemonte, la mostra è un’ottima occasione per apprezzare il valore di una ricerca artistica tanto particolare e coerente, e – più in generale – per riflettere sui temi del Tempo, dell’ambiguità di sensi e parole, dell’Ars combinatoria… Nel corso degli anni, il lavoro dell’artista alessandrino, che sta cercando di realizzare in 3D la grandiosa utopia rinascimentale del Teatro della Memoria di Giulio Camillo Delminio, ha attirato l’attenzione di critici come Arturo Schwarz, Enrico Crispolti e Maurizio Calvesi e di accademici di levatura internazionale, tra cui Lina Bolzoni.
Insieme al modello del Teatro della Memoria, il progetto espositivo ideato e realizzato da Alessandra Ruffino a Villa Vidua presenta una scelta di 22 opere (una per ciascuno dei Trionfi dei Tarocchi), che pone in atto una potenzialità insita nell’archivio delle opere falliniane: cioè quella di offrire una quantità di figure suscettibili di essere ricombinate in un gioco di variazioni e ricomposizioni capace di creare all’infinito castelli d’immagini sempre nuovi.
Per l’occasione uscirà una pubblicazione in cui, in una sorta di racconto critico, l’interpretazione dell’opera dell’artista si intreccia con digressioni sull’Arte della memoria e su altre fonti remote dell’immaginario falliniano.
Orario:domenica e festivi ore15-19 (altre visite su appuntamento)
Info0142 92 51 32, www.comune.conzano.al.it

Sull'Autore

I commenti sono chiusi.