Bottom Up! Non si ferma

Il festival di architettura di Torino Bottom Up! Quando la città si trasforma dal basso, nato su iniziativa dell’Ordine degli Architetti e della Fondazione per l’architettura / Torino, non si ferma per effetto del Covid-19, ma cambia format. Proseguono le attività delle 14 comunità coinvolte per la preparazione dellecampagne di crowdfunding dei progetti selezionati, che prenderanno il via in autunno; sono nati una rubrica settimanale Bottom Up! LIVE (ogni venerdì alle 15.00 in diretta Facebook su @bottomuptorino) e il gruppo Facebook Bottom Up! Voci per dare la possibilità alle comunità di raccontare i progetti e raccogliere nuovi stimoli dal basso; a giugno si svolgerà una maratona di riflessioni e contributi a distanza, che raccoglierà le riflessioni di questi mesi e a conclusione di tutto il percorso ci sarà un evento finale di restituzione.
“Il festival di architettura Bottom Up!” sottolinea la presidente della Fondazione per l’architettura Alessandra Siviero “è uno degli eventi di punta dell’Ordine e della Fondazione nella programmazione 2019-2020 e sono molto contenta che non si sia interrotto. È infatti l’unico festival di architettura in Italia che non è stato annullato o rinviato. Abbiamo saputo, grazie ai curatori Maurizio Cilli e Stefano Mirti, trasformare il format per far fronte alle nuove esigenze, senza interrompere il lavoro fatto e le riflessioni avviate. Un atto che abbiamo ritenuto doveroso per non deludere la significativa risposta dei cittadini alla nostra call e l’alto livello qualitativo e l’eterogeneità dei progetti proposti.”
sito web: www.bottomuptorino.it
facebook e instagram: @bottomuptorino
gruppo facebook: https://www.facebook.com/groups/1541804695989066/?source_id=102373737894205

 

Sull'Autore

I commenti sono chiusi.