LUCI D’ARTISTA
XXIII edizione
30 ottobre – 10 gennaio 2021
Torino

La rassegna – progetto della Città di Torino realizzato da IREN Smart Solutions e Fondazione Teatro Regio Torino, con il sostegno di IREN S.p.A, Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT – è nata nel 1998 come esposizione di installazioni d’arte contemporanea realizzate con la luce en plein air nello spazio urbano e, dal 2018, si è arricchita di un percorso educativo-culturale che favorisce l’incontro tra il pubblico e le opere.
Ogni anno le Luci sono collocate in luoghi significativi del territorio urbano con l’obiettivo di valorizzarle e creare attesa e curiosità. La loro facile accessibilità e fruizione unita al miglioramento qualitativo che apportano al paesaggio urbano, ha reso la mostra a cielo aperto un evento culturale simbolo della città apprezzato in Italia e all’estero.
In questa edizione si potranno ammirare 26 opere (tra allestimenti temporanei e permanenti) di cui 14 nel centro città e 12 nelle altre circoscrizioni.

Torino, 31.2.13, LUCI D’ARTISTA 2013-14, nella foto: Daniel Buren, Tappeto Volante, via Palazzo di Città

L’esposizione, oltre a proporre uno speciale percorso che permette al pubblico di cogliere le diverse visioni poetiche espresse dalle opere realizzate da artisti accomunati dall’attrazione per la luce, quest’anno si arricchisce di importanti novità: la nuova collocazione temporanea di Concerto di parole di Mario Molinari – per la quale è stato realizzato il rifacimento di alcuni moduli – allestita in prossimità dell’Ospedale Regina Margherita (piazza Polonia, all’altezza dell’uscita del sottopasso di corso Spezia, nella Circoscrizione 8); Illuminated Benches di Jeppe Hein in piazza Risorgimento (Circoscrizione 4), sarà resa permanente in via sperimentale così comeIl Regno dei fiori: nido cosmico di tutte le anime di Nicola De Maria in piazza Carlo Emanuele II (piazza Carlina, Circoscrizione 1) il cui allestimento in questa edizione sarà arricchito dopo l’integrazione dell’illuminazione pubblica della piazza stessa; l’opera Amare le differenze di Michelangelo Pistoletto in piazza della Repubblica (Circoscrizione 7) è stata restaurata; My Noon di Tobias Rehbergerè allestita per la prima volta in Borgata Lesna (Circoscrizione 3) nel cortile dell’Istituto Comprensivo King-Mila (via Germonio 12); l’opera Ancora una volta di Valerio Berruti è installata in via Monferrato (in prossimità della Gran Madre, Circoscrizione 8) con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo del Borgo Po contribuendo al rilancio delle attività commerciali della zona; una nuova illuminazione artistica valorizza il Monumento 1706 di Luigi Nervo (Circoscrizione 5).
Luci d’artista city tour
Durante un emozionante tour di un’ora con il bus panoramico City Sightseeing® Torino (quest’anno sponsor della manifestazione) accompagnato da una guida turistica, si potranno ammirare (nel rispetto delle norme legate all’emergenza COVID-19) le installazioni più celebri della XXIII edizione di Luci d’Artista. Ogni sabato e domenica dal 28 novembre 2020 al 3 gennaio 2021 (inclusi il 7, 8 e 25 dicembre 2020 e l’1 e 6 gennaio 2021) si effettuerà il tour a bordo di un autobus panoramico con guida turistica (in lingua italiana, inglese e francese). Partenza alle ore 17.30 (piazza Castello/via Po) e nelle giornate del 5, 6, 7, 19, 25, 26 dicembre, 1, 2 gennaio anche alle ore 19.00. Tariffa intero: € 16,00 – Tariffa ridotto (5-15 anni): € 8,00 – Bambini under 5: free. È prevista anche la possibilità di organizzare tour privati per gruppi. Info e prenotazioni: www.city-sightseeing.it/it/torinoinfotorino@city-sightseeing.it – Tel: +39 011 19464500

Elenco luci d’artista
Centro città
Cosmometrie – Mario Airò – piazza Carignano
Tappeto Volante – Daniel Buren – piazza Palazzo di Città
Regno dei fiori: nido cosmico di tutte le anime – Nicola De Maria – piazza Carlina – Opera permanente in via sperimentale
Giardino Barocco Verticale – Richi Ferrero – via Alfieri 6 – Palazzo Valperga Galleani – Opera privata permanente
L’energia che unisce si espande nel blu – Marco Gastini – Galleria Umberto I – Opera permanente
Planetario – Carmelo Giammello – via Roma
Migrazioni (Climate Change) – Piero GIlardi Galleria San Federico
Cultura=Capitale – Alfredo Jaar – piazza Carlo Alberto – Opera permanente
Doppio passaggio (Torino) – Joseph Kosuth – ponte Vittorio Emanuele I -Opera permanente
Luì e l’arte di andare nel bosco – Luigi Mainolfi – via Carlo Alberto
Il volo dei numeri – Mario Merz – Mole Antonelliana – Opera permanente
Vento Solare – Luigi Nervo – piazzetta Mollino
Palomar – Giulio Paolini – via Po
Noi – Luigi Stoisa – via Garibaldi
Circoscrizioni dalla 2 alla 8
Ice Cream Light – Vanessa Safavi – piazza Livio Bianco(Circoscrizione 2)
Volo su… – Francesco Casorati – area pedonale di via Di Nanni (Circoscrizione 3)
My noon – Tobias Rehbergernuova collocazione – Borgata Lesna – cortile dell’Istituto Comprensivo King-Mila, via Germonio 12 (Circoscrizione 3)
Illuminated Benches – Jeppe Hein piazza Risorgimento Opera permanente in via sperimentale (Circoscrizione 4)
L’amore non fa rumore – Luca Pannoli – piazza Eugenio Montale (Circoscrizione 5)
Vele di Natale – Vasco Are – piazza Foroni, zona mercato rionale (Circoscrizione 6)
Amare le differenze – Michelangelo Pistoletto – piazza della Repubblica – Opera permanente (Circoscrizione 7)
Piccoli spiriti blu – Rebecca Horn – Monte dei Cappuccini – Opera permanente (Circoscrizione 8)
Ancora una volta – Valerio Berruti – via Monferrato (Circoscrizione 8)
Concerto di Parole – Mario Molinari nuovo allestimento – in prossimità dell’Ospedale Regina Margheritapiazza Polonia, all’altezza dell’uscita del sottopasso di corso Spezia (Circoscrizione 8)
Luce Fontana Ruota – Gilberto Zorio – Laghetto Italia ’61 – Opera permanente (Circoscrizione 8)
L’albero del PAV – Piero Gilardi – Via Giordano Bruno, 31 (Circoscrizione 8)
Info: http://www.contemporarytorinopiemonte.it

Sull'Autore

I commenti sono chiusi.