VALERIO BERRUTI
La giostra di Nina. A cura di Guido Curto
30 ottobre 2020 – 31 gennaio 2021
Reggia di Venaria, Galleria Grande

La Galleria Grande della Reggia di Venaria, complesso barocco alle porte di Torino dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, sposa l’arte contemporanea ospitando La giostra di Nina, l’installazione dell’artista Valerio Berruti dal 30 ottobre al 31 gennaio 2021.
Valerio Berruti è noto per le sue immagini essenziali ispirate al mondo sospeso dell’infanzia, il momento della vita in cui tutto deve ancora avvenire. L’artista utilizza diverse tecniche: dall’affresco alla scultura passando per la videoanimazione formata da disegni uniti in sequenza.
La giostra di Nina è una scultura del diametro di 7 metri ispirata agli antichi caroselli, che l’artista ha plasmato personalmente. Al posto dei classici cavalli è composta da uccellini, simbolo di quotidianità e anche di libertà, affiancati a protagonisti destinati a spiccare il volo.
La scultura è esposta nello scenario fiabesco della Reggia di Venaria permettendo a tutti di ammirarla e ascoltare la colonna sonora composta da Ludovico Einaudi attraverso un carillon meccanico. Perché, come spiega Berruti, “ho voluto creare una scultura che ospitasse i bambini, non solo che li rappresentasse. I bambini fanno parte di questo lavoro, come in una performance collettiva: ogni volta che la giostra partirà, sarà un’opera diversa, con emozioni diverse, una generatrice di performance. E pensare che il mio lavoro possa dialogare alla Reggia con la straordinaria architettura dello Juvarra è una grande emozione anche per me”.
Insieme alla grande opera partecipativa e al cortometraggio animato, saranno esposti alcuni fotogrammi che compongono la videoanimazione.
L’opera è inserita nel percorso di visita del Piano nobile della Reggia.
Info: tel. 011 4992333, www.lavenaria.it

Sull'Autore

I commenti sono chiusi.