ALT(R)I ASCOLTI
Quattro giorni di musica, teatro, cinema, incontri, passeggiate guidate
7 – 10 luglio
Chamois (AO)

Dopo l’ottimo esordio dello scorso anno, il Festival Alt(r)i Ascolti torna dal 7 al 10 luglio a Chamois, l’incantevole località della Valtournenche situata a 1800 metri di altitudine e raggiungibile esclusivamente a piedi o in funivia. I quattro giorni di eventi – organizzati dall’Associazione Insieme a Chamois – alterneranno quindi, come nella precedente edizione, musica, teatro, cinema, incontri, passeggiate guidate, in una serie variegata di appuntamenti rivolti a residenti e visitatori estivi.
La predominante sezione musicale propone cinque concerti (quattro all’aperto, nella piazza di Chamois), che spaziano, soprattutto, nei territori vasti e talora inesplorati, del ’900, presentando giovani formazioni e artisti di fama internazionale.
Diversi per provenienza e formazione professionale, gli ospiti del Festival animeranno un cartellone in grado di offrire esperienze d’ascolto varie e stimolanti. Suoneranno in duo musiche novecentesche le giovani violiniste Sawa Kuninobu, dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, e Tomoka Osakabe, dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino (giovedì 7 luglio, ore 15.30), che si esibiranno anche nella prima esecuzione di un piccolo lavoro composto da Berio e dedicato e regalato all’amico Tullio Regge, così come la virtuosa del liuto pipa Weiping Wang spazierà da brani classici a composizioni del XX secolo (venerdì 8 luglio, ore 15.30), alcuni dei quali eseguiti insieme con la figlia Sophie Boucheau.
Tra i più noti e affermati violoncellisti della scena italiana ed europea, Francesco Dillon suonerà (sabato 9 luglio, ore 15.30) pezzi classici scritti per il suo strumento e brani della più affascinante musicalità novecentesca (Harvey, Britten, Sciarrino), mentre Luigi Ceccarelli (live electronics) e Gianni Trovalusci (flauti e tubi sonori) si esibiranno
(domenica 10 luglio, ore 15.30) come duo GLEAM in un originale programma musicale, basato sullo scambio incessante tra i due interpreti.
Completa il cartellone musicale il concerto dell’ensemble dei Novi Cantores Torino (domenica 10 luglio, ore 11.30, Chiesa Parrocchiale di Chamois), che si esibirà, invece, in brani del repertorio rinascimentale (Byrd, Palestrina, Lasso).
Accanto agli eventi musicali, due appuntamenti con il teatro e con il cinema. La performance Bonatti, je t’aime, di e con Elena Pisu (giovedì 7 luglio, ore 18, piazza di Chamois) rende omaggio a un uomo mai conosciuto attraverso il movimento, la parola e le immagini. Il film Li Manshan: Portrait of a Folk Daoist (venerdì 8 luglio, ore 18, Sala polivalente del Comune), del sinologo inglese Stephen Jones, è il toccante ritratto dell’anziano leader di un gruppo di preti laici e di musicisti taoisti della Cina settentrionale e, insieme, la storia di antiche pratiche e liturgie destinate a confrontarsi negli ultimi decenni con le nuove realtà di un Paese in rapida trasformazione.
Oltre alla prima passeggiata, con destinazione il Lago Lod e accompagnamento di una guida ambientale (venerdì 8 luglio, alle 9.15, con ritrovo davanti al Municipio), il cartellone presenta due ulteriori appuntamenti nella giornata di sabato 9 giugno. La mattinata sarà dedicata al convegno “Turismo in quota, e poi? Quali produzioni per la montagna” (ore 9.15, Sala polivalente del Comune), che intende analizzare come il recupero delle attività tradizionali e l’innesto di attività innovative, legate alle risorse energetiche da fonti rinnovabili e al telelavoro, possano contribuire a ripopolare le zone montane, offrendo nuove opportunità di vita e lavoro alle giovani generazioni. All’incontro, coordinato dal sociologo Alessandro Cavalli, interverranno Giacomo Pettenati, ricercatore del Dipartimento Culture, Politica e Società dell’Università di Torino, Andrea Membretti, Senior Researcher presso EURAC Research (Bolzano), gli agronomi Isabella Devetta e Marcello Musa, Giuseppe Canale, co-autore del volume.
Contadini per scelta. Esperienze e racconti di nuova agricoltura
Nel pomeriggio (alle 18, nella piazza di Chamois) Tiziano Fratus sarà ospite dell’incontro che prende il titolo da una delle sue opere più note, “Ogni albero è un poeta”. Nella giornata successiva, lo scrittore, poeta e filosofo “cercatore di alberi” guiderà una passeggiata nei boschi, dal titolo “Il tessitore di foreste” (domenica 10 luglio, ore 9.15, con ritrovo davanti al Municipio), accompagnando i partecipanti in un percorso di meditazione diretto a ricostruire un rapporto con il mondo naturale.
Tutti gli eventi del Festival si svolgono all’aperto, sotto il gazebo nella piazza di Chamois, salvo dove diversamente indicato, e sono a partecipazione gratuita.
Info: www.insiemeachamois.it, segreteria@insiemeachamois.it;
Come arrivare: tramite la funivia Buisson-Chamois, in partenza da Buisson (frazione di Antey St. Andrè); corse ogni mezz’ora dalle 7 alle 20.30; in serata alle 21, 22, 22.25 (ultima corsa); info: tel. +39 0166 519890

Sull'Autore

I commenti sono chiusi.